Plastica o vetro – in quale conservare i cibi ?

Posted on Sierpień 31, 2016 in Uncategorized

 

i contenitori per la conservazione degli alimenti sono molto pratici, resistenti ed estetici . Essi proteggono efficacemente il cibo dalla luce e dall’umidità . Di solito sono fatti di vetro e plastica .

Ciascuno dei materiali ha vantaggi e svantaggi , ma in termini di funzionalità, durata ed estetica sono allo stesso livello . E’ leggermente diversa la questione dell’impatto sull’ambiente e la salute dei consumatori .

I contenitori di plastica

plastic containers

In base al materiale artificiale di cui il contenitore di plastica è fatto può essere sicuro per la salute e per l’ambiente , o, al contrario . Al momento dell’acquisto , annota il codice sulla parte inferiore della confezione . È costituita da numeri da 1 a 7 e il materiale che viene utilizzato per produrre il contenitore .

I contenitori in vetroglass containers

I contenitori in vetro per la conservazione degli alimenti non sono solo sicuri , ma anche molto resistente alle alte temperature . La pratica dimostra che i contenitori di vetro forniscono una lunga durata . Essi possono essere utilizzati per la conservazione di alimenti caldi e freddi di diversa consistenza . Un grande vantaggio del vetro è che, a differenza della plastica non interagisce con il cibo . Il contenitore di vetro non assorbe gli odori e colori , e non cambia il gusto e il valore nutrizionale degli alimenti . Gli alimenti conservati in confezioni di vetro forniscono per lungo tempo il mantenimento del sapore e l’aroma .

Il vetro è più sicuro e più ecologico , poiché i prodotti di vetro al cento per cento possono essere soggetti a ri – trattamento . Poiché il vetro è costituito da sabbia , calcare e carbonato di sodio , è adatto per il riciclaggio continuo . Inoltre , selezionando i contenitori di vetro può essere salvato perché questo tipo di pacchetto sarà utilizzato per più volte. Vetro Packaging ha anche un’applicazione più universale .

Pertanto , il vetro vince senza dubbio con la plastica , per quanto si tratta di sicurezza alimentare . Se si sceglie la plastica , si deve scegliere con saggezza.

I vini – tipi e classificazione , la storia

Posted on Sierpień 24, 2016 in Uncategorized

 

winesLa storia del vino risale al III millennio aC . Le prime informazioni sui vini  sono apparsi nella mitologia greca e nella Bibbia .

La viticoltura non era estranea agli abitanti della Mesopotamia , Asia Minore , l’Egitto e la Grecia . Secondo gli antichi popoli il vino era un dono degli dei . Essi sono spesso consumati con spezie, fichi e miele d’api . C’era anche l’usanza di diluire il vino con l’acqua . Si è ritenuto di essere abbastanza forte da bere, percio’ l’acqua deve essere versata in esso. Con l’espansione di Roma la viticoltura si e’ diffusa in diverse parti d’Europa . In Polonia , il vino è diventato popolare solo dopo il Medioevo , ma anche nella concorrenza con idromele .

types of wines

I tipi e divisione dei vini

Il vino si chiama il liquore composto dal 9 al 18 % ( maggiore , tuttavia , hanno più di 18%) in volume di etanolo . Essi sono ottenuti dalla fermentazione di uve , di mosto di uve ( vino d’uva ) o frutta, o uva ( vino di frutta ) . Esso contiene in aggiunta oltre all’ etanolo – 80 % di acqua e lo zucchero , profumi e acidi organici . Particolarmente importanti sono i sapori e gli acidi organici , che hanno un impatto significativo sul bouquet di sapore. Viene valutata non solo l’esperienza del bouquet condizionata dal gusto , ma anche il colore e la chiarezza . A seconda del sapore , colore e varietà di uve possono essere suddivisi in diversi tipi di vini . I principali vitigni sono il Riesling , Pinot Nero , Cabernet e Chardonnay .

Il vino può anche essere classificato in termini di colore , contenuto alcolico , contenuto di anidride carbonica , e anche a causa del contenuto di zucchero . Per facilitare la selezione di vini abbiamo bisogno di conoscere le seguenti classificazioni . A causa del colore del vino sono suddivisi in :

– Bianco – il colore del giallo pallido o verdastro al marrone

– Rosa – il colore dal rosa al chiaro rosso

– Rosso – il colore dal rosso pallido al ciliegio scuro

La seconda divisione importante riguarda il grado alcolico del vino. Secondo la percentuale di etanolo ( alcool) , c’è il vino :

– Basso – fino al 10 %

– Forte medio – 10-14 %

– Forte – 14-18 %

– Rinforzato – 18 % . I vini fortificati sono spesso indicati anche come fortificata . Esempi di vini liquorosi: Madeira , Malaga , porto e lo sherry

Il terzo dei criteri di cui sopra è il contenuto di anidride carbonica . Questo criterio può distinguere il vino :

– calma

– semifrizzante

– semifrizzante gassato

– frizzante gassato

Il vino in termini di contenuto di zuccheri e’ diviso in :

– Secco – con un tenore di zucchero del 1,5 % ( 10 g / l )

– Semisecco – con un tenore di zucchero di 2-4 % ( 10-30 g / l )

– Semidolce – un tenore di zucchero compreso fra 4,5 al 7,5% ( 30-60 g / l )

– Dolce – un tenore di zucchero da 8 a 16 % ( 60-150 g / l )

– Molto dolce – con un contenuto di zuccheri superiore al 16% ( oltre 150 g / l )

Il servire i vini e vini speciali

Inoltre, tra i tanti criteri di divisione dei vini si puo’ dividere in termini di divisione di tempo e la modalità di consumo. Distinguiamo il vino qui:

– Da tavola – sono vini secchi o amabile. Esso deve essere somministrato durante i pasti

– Dessert – sono vini semi-dolce e il dolce. Deve essere somministrato dopo un pasto.

– Liquori – sono vini forti e molto dolce, con un alto contenuto di estratto così chiamato pesante. Deve essere somministrato dopo un pasto

Un gruppo specifico di vini rendono il vermouth, spumanti e aerato, che si differenziano da altri vini, tanto che di solito li caratterizza come speciali. Vermouth sono vini a base di erbe  prodotti con il vino bianco ed erbe aromatiche. Per la produzione di vermouth vengono usate le erbe come il coriandolo, maggiorana, cannella, chiodi di garofano e vaniglia ed un certo numero di altre spezie. A sua voltai vini frizzanti e gassati sono caratterizzati dal fatto che sono saturi di anidride carbonica. Il contenuto di alcol di questo tipo di vino è nel range di 10-12%.

[Top]